Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Michele Di Salvo
07 May

10 domande a Antonio Marciano - PD

Pubblicato da Michele Di Salvo  - Tags:  Marciano, Bassolino, PD, partito democratico, giovani, Campania, sud, rifiuti

10 domande a Antonio Marciano - PD

Ten question è una trasmissione indipendente. Si regge sui vostri contributi. Sostienici, e saremo sempre liberi. kapipal.com/tenquestions

Antonio Marciano. 43 anni, nato a Barra, figlio di un operaio metalmeccanico e di una casalinga. Impegnato in politica dal liceo, dall'Associazione Studenti contro la Camorra e alle attività della Lega degli Studenti Medi. Con il passaggio dal PCI al PDS diventi dirigente prima dell’organizzazione giovanile del Partito Democratico della Sinistra nella provincia di Napoli e a Roma con l’incarico di Vice segretario nazionale della rete delle associazioni studentesche “A Sinistra”.
1. Nell'era della comunicazione mediatica tu non fai sfoggio del fatto che in quel periodo, per la tua attività politica – soprattutto in certi quartieri – sei stato “sotto protezione”, perché? Eppure farebbe “gioco” politicamente...

Di te dici “per me la politica è soprattutto strumento di difesa dei livelli occupazionali e capacità di creazione di nuove opportunità di lavoro per le giovani generazioni.”
2. quanto questa definizione, e le tue scelte successive, sono dettate dalla tua esperienza familiare, nelle fasi di grande trasformazione che hanno visto praticamente chiudere il comparto metalmeccanico in Campania (dall'Italsider all'indotto Fiat e non solo)...?

Dal 1999 al 2001, nei Democratici di Sinistra ricopri il ruolo di responsabile dell’organizzazione e di coordinatore della segreteria provinciale. Dal 2002, collabori con il Presidente della Giunta Regionale della Campania, Antonio Bassolino, in qualità di Capo della segreteria tecnica e poi di Assistente particolare. Un record di durata... parliamo di quegli anni...
3. hai avuto modo di seguire da vicino le vicende legate ai titoli di debito regionali e la situazione del disastroso bilancio... qual è il tuo bilancio – personale e politico – di quell'esperienza, ragionando praticamente “cosa avete trovato e cosa avete lasciato”?
4. dopo la sanità la seconda voce del bilancio regionale sono i trasporti... possibile che non si riesca mai a mettere seriamente mano a queste voci, partendo dalla fatiscenza di molte strutture sanitarie alla altrettanta di alcune linee di trasporto (una per tutte la circumvesuviana)?
5. quanto conta – effettivamente e concretamente – la politica nel sistema delle nomine ad esempio nella sanità, e possibile non ci sia un modo per “liberare” questi servizi dalle clientele?
6. restando in quegli anni, parliamo della situazione rifiuti... dalla vicenda del termovalorizzatore di Acerra ai treni delle ecoballe sino alle ultime emergenze... cos'ha la Campania che non va per cui non riesce a risolvere queste questioni, e nemmeno pare affrontarle? Al di là delle questioni politiche, in positivo e in negativo, quali responsabilità pensi di avere e di condividere semmai con un'intera classe dirigente?

Dal 2007 responsabile regionale dell’organizzazione PD. Nel 2010 vieni eletto consigliere regionale del Partito Democratico con oltre 23.000 preferenze personali.
7. Facciamo un bilancio di questa esperienza in regione. Quali sono le cose di cui vai fiero e quali no?
8. I gruppi regionali sono sotto i riflettori in questi mesi per le inchieste sui finanziamenti alla politica, in cui abbiamo letto qualcuno ha davvero fatto rientrare di tutto, dalle mutande alla nutella... perché – a livello bipartisan – non si può intraprendere qualche misura seria e concreta per evitare queste derive?
9. Oggi sono vicecapogruppo regionale del PD – il capogruppo Topo ha parlato di “larghe intese nazionali” da riproporre a livello regionale, cosa ne pensi?

Sei segretario della Commissione permanente “Attività produttive” e componente della Commissione permanente “Bilancio e Finanza”, nonché della Commissione speciale “Politiche Giovanili” del Consiglio regionale.
10. Perché la Campania non riesce ad essere attrattore di investimenti e sviluppo permanenti? Una misura, seria, che immagini per invertire la rotta...

--------------------------

TenQuestions​
le puntate precedenti
Dieci domande a Ernesto Caccavale - Forza Italia
Dieci domande a Gianni Pittella - Vicepresident
e del Parlamento Europeo

Condividi post