Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Michele Di Salvo
16 Jun

La nuova frontiera del sesso in rete

Pubblicato da Michele Di Salvo  - Tags:  sesso, web, app, escort, cybersex, sex, prostituzione

La nuova frontiera del sesso in rete

Cos'hanno in comune siti come tripadvisor e foursquare? Sono i giganti di un settore in crescita che ha come punto di forza la geolocalizzazione e la "valutazione" da parte degli utenti di luoghi e servizi.
In un web in cui il mercato del sesso – sotto ogni angolazione – costituisce una fascia decisamente considerevole delle ricerche e degli accessi, non poteva mancare qualcosa che "sfruttasse" anche queste tipologie di applicativi e funzioni, sempre più legate a device mobili.

Se sul tema sono state fatte analisi quantitative molto interessanti, come quella pubblicata da "voice from the blogs", in maniera decisamente scientifica rinvio ad un interessante articolo di "spazio psicologia" che affronta e spiega in maniera precisa ed anche divulgativa il fenomeno del "cybersex addiction", ovvero quelle dipendenze patologiche da sesso virtuale.
Merita inoltre una menzione non secondaria l'analisi molto chiara di Vincos.it che analizza e schematizza molto efficacemente le differenze (e similitudini) tra tra le popolazioni nelle loro ricerche online legate al sesso.

Ma la novità della rete, stavolta, è un sito made-in-italy, con una app mobile semplice (da realizzare ed usare) ad uso e consumo – è il caso di dirlo – dei connazionali dediti al sesso molto meno virtuale legato al mondo della prostituzione.
Si tratta del sito gnoccatravels.com descritto in un'inchiesta in due puntate realizzata dal giornalista Fabio Postiglione sul quotidiano Roma. Normalmente si occupa di cronaca giudiziaria e un mese fa il suo nome ha fatto il giro del mondo quando, in esclusiva, il giornale ha pubblicato le foto di alcuni killer di camorra con l'allenatore Mourinho.
In effetti questa app non esce molto dall'ambito della rilevanza giudiziaria, vista la peculiarità dell'applicazione che, in estrema sintesi, come fosse tripadvisor, non solo geolocalizza le "intrattenitrici del sesso" ma offre vere e proprie recensioni, consigli, suggerimenti, ed informa "gli altri utenti" di ogni novità: spostamenti, presenza delle forze dell'ordine, tipologie, nuovi ingressi e... insomma, tutto quello che c'è da sapere nel mondo di quelli che definiscono la propria passione "una vera e propria filosofia di vita".

È del tutto evidente che, sia il sito che la relativa applicazione mobile, sono in sé illegali, perché implicitamente costituiscono – non solo nel momento dell'utilizzo, ma anche nella semplice ideazione – un atto quantomeno di favoreggiamento. E sino a quanto prostituirsi come "essere clienti" sarà reato, di fatto tutto quanto facilita ne dovrebbe essere ricompreso.
Talvolta i tempi del web sono più lenti, altri molto più celeri delle dinamiche "old stile", e chissà se il sito verrà chiuso prima o dopo l'eventuale referendum proposto da Salvini e firmato da Berlusconi per abolire il reato di prostituzione. Di certo, se verrà abolito, questa app potrebbe addirittura diventare "un pezzo essenziale" del nuovo sistema, e perché no, anche di controllo fiscale...
Di certo quello che emerge dai commenti è uno spaccato sociologico, antropologico e psicologico decisamente interessante per gli addetti ai lavori... e per la semplice curiosità di tanti.

La nuova frontiera del sesso in reteLa nuova frontiera del sesso in rete
La nuova frontiera del sesso in rete
La nuova frontiera del sesso in reteLa nuova frontiera del sesso in rete
La nuova frontiera del sesso in reteLa nuova frontiera del sesso in rete
La nuova frontiera del sesso in rete
La nuova frontiera del sesso in rete

Condividi post