Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Michele Di Salvo
18 Jun

Lo streaming 5 stelle e il Colosseo 2.0

Pubblicato da Michele Di Salvo  - Tags:  m5s, Beppe Grillo, violenza, Democrazia, dissenso, streaming

Lo streaming 5 stelle e il Colosseo 2.0
Lo streaming 5 stelle e il Colosseo 2.0

Il processo del popolo della rete era trasmesso in diretta utilizzando un account free di UStream, ringrazia per il record di ads rifilate ai troll! Purtroppo interrotto sul più bello per aver consumato tutti i piani telefonici, e le batterie. Così il famoso voto della rete non si è potuto materializzare. Racconteranno che si è trattato di un attacco hacker che ha voluto impedire una democratica impiccagione di piazza. PS: A nessuno è venuto in mente di utilizzare i famosi stipendi per una banale videocamera digitale, con pacco batterie e un account PRO di UStream da pochi euri ?
Il commento sintetizza tutto, per una volta non è mio, ma di Renato Gabriele Ucci:, che non ha resistito a commentare in diretta l’ennesima puntata di questa che più che politica, o televisione/verità, o trasparenza è sempre più una soap opera post moderna, o ancora di più una puntata streaming di trasmissioni tipo “uomini e donne”.
Se non fosse che questa è la vita vera, non siamo in un set di una televisione commerciale, e parliamo di parlamentari che rappresentano tutti i cittadini, indipendentemente da chi li ha eletti o votati. Ed è questo il nodo, ed è per questo che ci riguarda.
La retorica del “movimento sotto attacco” viene alimentata anche attraverso queste vicende, di simil e improvvisati processi mediatici, che fanno presa sul lato peggiore del vouierismo digitale, tipico della nostra società ed ancor più di questo tempo.
Mettere alla gogna mediatica, in un rapporto 10 a 50 qualcuno, nell’improbabile tentativo di mettere da una parte il diritto al dissenso e l’opportunità del luogo dove esternarlo, e semmai le forme e i modi, e dall’altro la retorica della morale assoluta della fedeltà cieca al messaggio unico, dietro condanna di tradimento e trasformando la persona (è bene ricordare che parliamo in ultima analisi di persone!) in bersaglio dell’insulto e dell’insultatore di turno.
In un suo bel post su ateniesi.it Valerio Morabito ha di recente ricordato Wittgenstein e la sua celebre affermazione per cui “i limiti del mio linguaggio significano i limiti del mio mondo”. Perché scomodare Wittgenstein per parlare del linguaggio di Grillo in questa occasione? Perché – e sono sempre esempi di Morabito – “Proviamo a fare qualche esempio: “Rodotà ottuagenario miracolato”, “Giorgio Napolitano è una “salma”, Romano Prodi è stato ribattezzato “Alzheimer”, Umberto Veronesi è “Cancronesi”, Renzi e Bersani avrebbero “la faccia come il culo”, il sindaco di Firenze è stato definito anche “ebetino”. Gli insulti, però, non si limitano solo al mondo della politica. In campo musicale il più colpito è Jovanotti che è stato etichettato come”cureggina”, nel campo sportivo Valentino Rossi è un “menomato mentale”, mentre in quello scientifico Rita Levi Montalcini venne definita “vecchia puttana”. Il linguaggio grossolano, volgare e violento di Beppe Grillo mostra tutti i limiti del suo mondo. Un universo ristretto, con difficoltà a rapportarsi con gli altri e con l’abitudine a non saper dialogare. Un mondo chiuso che non si apre alle critiche e quindi è destinato alla sterilità.
Ma si badi, l’errore peggiore è non accorgersi che questo è il mondo di Grillo, e non certo tutto il mondo a cinque stelle, ma il peggio è che è al suo mondo che Grillo vuole ricondurre tutto, e non è ammesso nulla di differente (e di meno deferente). Ed è proprio questo piccolo mondo – che fa leva sugli “istinti peggiori delle masse” - che ogni volta che c’è qualcuno di espulso, da espellere, o da “mettere sotto processo” che diventa autore del linciaggio mediatico del traditore di turno.
Uno streaming che non c’entra nulla con la trasparenza, e diventa qualcosa di molto simile all’arena del Colosseo ai tempi dei cesari.

Correlati
Violenza a 5 stelle
http://micheledisalvo.com/violenza-a-5-stelle
La libertà di espressione nell'era digitale
http://micheledisalvo.com/2012/11/16/la-liberta-di-espressione-nellera-digitale/

Condividi post